UNA
STORIA
COMINCIATA
10 ANNI FA

il progetto

il
pro
get
to

Leonilde Lemmo - Founder

Le Case del Borgantico nascono dall’idea di una giovane imprenditrice, innamorata della propria terra e profondamente convinta delle potenzialità di sviluppo turistico di Eboli  città “cerniera” tra il mare e l’entroterra, resa nota dal celebre libro di Carlo Levi “Cristo si è fermato a Eboli” ed in particolare del suo centro antico, custode di secoli di storia. Il progetto, strutturato negli anni, prende corpo nel 2015.
Nove sono, ad oggi, le unità ricettive che compongono l’albergo diffuso Le Case del Borgantico.

La Principessa di Eboli, Angeli e Diavoli, La Vacca, L’amicizia, Il Sogno, Specchio, Narciso, La Vita e La Provvidenza ciascuna delle quali prende il nome da un quadro dell’artista contemporaneo Francesco Cuomo. Nove appartamenti turistici, ospitati all’interno di suggestivi palazzi storici, destinati alla locazione a breve e medio termine (a partire da 1 sola notte di soggiorno in formula bed & breakfast), situati nelle zone più suggestive del centro storico che, sul modello della ospitalità diffusa, offrono al turista una soluzione ricettiva accogliente, informale e completa come una casa.

l’ospitalità diffusa

l’ospi

talità

dif

fusa

Fare ricettività, riqualificando edifici già esistenti, dando ad essi una nuova vita e consentendo al viaggiatore di vivere un soggiorno a diretto contatto con la storia, la cultura e le tradizioni dei luoghi. È questa la filosofia della Ospitalità Diffusa che Le Case del Borgantico segue, identificandosi nel modello dell’albergo diffuso: una proposta ospitale che si sviluppa

in un borgo abitato e che offre una rete di camere e case, anche lontane tra loro, messe a disposizione dei turisti, grazie al booking centralizzato. Quello de Le Case del Borgantico, che aderisce all’ADI- Associazione nazionale Alberghi Diffusi, è situato in via Santa Sofia, 14, alle porte del centro antico di Eboli.